Video 8K: è già il momento?

Pubblicato da Francesco Del Bono il 09/04/19 11.26

Mai sentito parlare di video in 8k? In Italia la diffusione dell'alta definizione è ancora in alto mare, anche se sta crescendo in modo esponenziale l'attenzione verso la possibilità di visualizzare immagini con risoluzione 7.680x4.320 pixel. Scendendo sul piano puramente tecnico ci basta capire che la qualità di un fotogramma in 8k (33,2 megapixels) è quattro volte superiore a quella dell'odierno 4k (8.2 megapixels) e 16 volte superiore alla tv in HD (2.07 megapixels). Il vantaggio più importante di questo formato video è quello di garantire un dettaglio ottico che si avvicina quasi alla percezione umana, anche considerando la possibilità di riprendere immagini a 75 fps. I ricercatori della NHL, ovvero coloro che hanno sviluppato lo standard, hanno concluso che una visualizzazione del genere potrebbe essere addirittura superflua per noi esseri umani, considerando che non siamo in grado di percepirne il reale valore.

Leggi tutto

Si parla di: tv, 8K, Ultra HD, hd, alta definizione, UHDTV, video, stream

L’importanza della comunicazione interna in azienda

Pubblicato da Fabrizio Salvetti il 05/04/19 9.00

Questo post è per te, che sei a capo di un gruppo, che hai prima sognato e poi scommesso, che alzi l'asticella in anticipo rispetto a tutti, che oltre a quella di casa hai un'altra famiglia, quella dei tuoi dipendenti: scommetti su di loro!

Leggi tutto

Si parla di: comunicazione, motivazione, lavoro, employee engagement, comunicare, ambiente di lavoro, dipendenti

La questione degli influencer fra mercato, psicologia e giurisprudenza

Pubblicato da Fabrizio Salvetti il 03/04/19 15.59

All'esagerazione corrisponde, quasi sempre, una reazione castrante (il termine si trova qui in accezione psicologica, e non è un caso). Accade così che quando le pratiche di influencer-marketing oltrepassano il limite, la reazione dei legislatori di tutto il mondo tenta di porre rimedio e lo fa, a volte, anche con una ratio eccessiva.

Leggi tutto

Si parla di: influencer, freud, cialdini, robert cialdini, paradigmi persuasione, Gustave Le Bon, influencer-marketing, psicologia delle masse, distanza pedagogica, testimonial, identificazione proiettiva, follower

Web marketing: l’era dell’intelligenza artificiale

Pubblicato da Vera Di Santo il 29/03/19 16.58

Ci sono teorie che spingono scienziati ed esperti a ritenere che un giorno le macchine avranno una intelligenza propria, autonoma e probabilmente superiore a quella degli esseri umani, fino a sviluppare un’autocoscienza e a dar luogo a una singolarità, concetto che abbiamo imparato a conoscere grazie agli ultimi successi della science fiction. Se spostiamo l’orizzonte (e le aspettative) al nostro quotidiano, possiamo facilmente renderci conto di quanto l’intelligenza artificiale sia già presente in ogni ambito della nostra esistenza: dalle auto senza guidatore, agli assistenti vocali di ricerca, acquisto e consumo.

La nascita dell'IA risale agli anni Cinquanta, ma è solo oggi che i progressi tecnologici registrati nel campo della potenza di calcolo, della disponibilità dei dati e nella capacità della loro analisi hanno dato l'impulso definitivo. Secondo Accenture, il 2020 sarà l’anno in cui le soluzioni IA esploderanno.

Esistono già numerosi esempi di come l’introduzione dell'IA nei processi aziendali possa portare impatti positivi automatizzando parti ripetitive e a basso valore aggiunto (automation), riducendo errori e permettendo lo sviluppo in efficienza di nuovi prodotti e servizi.

Leggi tutto

Si parla di: intelligenza artificiale, machine learning, web marketing, data-driven, automation, big data, behavioral marketing

Il mestiere del programmatore: un po' geek, un po' ingegnere, un po' creativo

Pubblicato da Robert Sillo il 26/03/19 16.59

Imparare a programmare non è affatto semplice! Bisogna, innanzitutto, padroneggiare il giusto sapere tecnico ma serve anche tanta, tantissima pazienza. Si tratta di un lavoro che prevede formazione e studio continuo.

Leggi tutto

Si parla di: stress, debugging, nerd, coding, testing, codice, programmatore, JavaScript, CSS, HTML

Come finire sulla lista nera di Facebook?

Pubblicato da Francesco Del Bono il 22/03/19 16.16

Avete parlato male di Facebook o del suo fondatore? Allora è possibile che siate già stati tracciati, finendo nella lista nera, chiamata "Be On Lookout" (BOLO).

Leggi tutto

Si parla di: Facebook, security, bolo, black list, zuckerberg, Be On Lookout

Social Network e Permission Marketing

Pubblicato da Vera Di Santo il 18/03/19 12.20

DATI PERSONALI: VERSO IL PERMISSION MARKETING

Dopo la recente rivoluzione del GDPR, il nuovo regolamento europeo per la protezione dei dati personali entrato in vigore a maggio scorso, che ha investito milioni di gestori di siti web forzandoli verso il "permission marketing", è giunto il momento che a fare un passo significativo in direzione della trasparenza siano anche i social network, che stanno alimentando la compravendita di dati a fini pubblicitari (e non solo).

Leggi tutto

Si parla di: entusiasmo, benessere in azienda, dopamina, serotonina, ossitocina, entusiasmo in azienda, Prodotto Interno Felicità, dipendenti felici, employee engagement

L'entusiasmo come fattore competitivo: i 6 passi per portare la felicità in azienda

Pubblicato da Fabrizio Salvetti il 15/03/19 12.28

Entusiasmo è una parola che, al di là delle dispute tra gli etimologi, è letteralmente rivoluzionaria: la sua origine può essere ricostruita sia a partire dal greco en + theos, che significa più o meno "avere Dio dentro", oppure – sempre dal greco – da enthousiazein, in cui è presente la radice thus- (a sua volta derivante da dhu-, sanscrito) e che sta a indicare l'essere ispirati, la passione verso qualcosa. Sia per la prima, sia per la seconda versione, l'entusiasmo è un'iniezione, una spinta che si traduce nell'essere migliori rispetto alla condizione ordinaria e nell'avere una forza superiore rispetto al solito. L'entusiasmo è quindi stato extra-ordinario che, per sua natura, non può essere raggiunto ogni giorno, è - in pratica - necessario alla felicità. È qualcosa di indispensabile affinché un ambiente di lavoro non diventi una gabbia per le emozioni, per le idee, per la vitalità e – infine – anche per la produttività: "la figura dell'happy manager è spesso presente nelle aziende estere perché la relazione tra Pil (Prodotto interno lordo) e Pif (Prodotto interno felicità) è molto più stretta di quanto si possa pensare" [Il Sole 24 Ore - 12/6/2013]. Una ricerca targata University of Warwick, condotta su 713 lavoratori, dimostra come il buon umore aumenti del 12% (con picchi che toccano il 20%) i livelli di produttività. Senza contare il "costo" di dipendenti insoddisfatti e privi di motivazione...

Leggi tutto

Si parla di: entusiasmo, benessere in azienda, dopamina, serotonina, ossitocina, entusiasmo in azienda, Prodotto Interno Felicità, dipendenti felici, employee engagement

L'importanza di aggiornare Wordpress

Pubblicato da Gianni Ciampi il 13/03/19 12.59

The importance of being earnest updating WordPress

Sono tanti i motivi per cui è più che consigliabile tenere sempre aggiornato Wordpress (da adesso WP) all'ultima versione. Le funzionalità aumentano, vengono fixati bug, si migliorano le prestazioni e la velocità del sito web.

Leggi tutto

Si parla di: cyber security, wordpress, ssl, bug fixing, cybersecurity, aggiornare wordpress, aggiornare server, aggiornamento php version, debug

Conoscere il neuromarketing: come cambia la visione del marketing digitale?

Pubblicato da Francesco Del Bono il 11/03/19 17.07

Il neuromarketing studia le reazioni del cervello e dell'organismo di fronte a messaggi pubblicitari, esperienze e acquisti. È un potente strumento a disposizione dei marketer che consente di comprendere al meglio i processi e le dinamiche che guidano le scelte di acquisto.

Leggi tutto

Si parla di: neuromarketing, Martin Lindstrom, neuroimaging, Antonio Damasio, biologia, kotler, daniel goleman, fisiologia

Ultimi post

Si parla di...

Visualizza tutto