Fabrizio Salvetti

Fabrizio Salvetti
Laurea in pedagogia, master in digital writing, Ninja Academy e un percorso professionale che ha toccato tutti gli ambiti della comunicazione, dall'arte alla tv, dagli eventi all'editoria, dal marketing alla content curation, fino al social media marketing. Oggi è strategist in Mediaus, dove si occupa di sviluppare progetti che riguardano l'immagine in rete delle aziende. Dal 2000 opera con regolarità come docente presso corsi e master. E poi... un alter ego che usa il potere del suono per regalare benessere...
Find me on:

Post recenti

Tool indispensabili per la comunicazione B2B: #3 lo sviluppo del brand in chiave archetipica

Pubblicato da Fabrizio Salvetti il 02/10/20 16.54

La scelta dell’archetipo per la costruzione del brand: breve storia

Solo in anni recenti il cosiddetto Branding Archetipico è stato sdoganato presso i cultori del marketing tradizionale. A determinare l’apertura, un contributo determinante è arrivato da Philip Kotler in persona che, diversi anni fa fa aveva dato alle stampe: “Marketing 3.0, dal prodotto al cliente all’anima”, seguito poi da “Marketing 4.0”, con una parte dedicata proprio agli archetipi e al customer journey, anche in ottica B2B (nel caso di Kotler gli archetipi erano 4+1 ed erano definiti come "archetipi di settore"). In realtà molto si stava muovendo, sin dagli anni Settanta e Ottanta, basti citare il lavoro di Carol Pearson che, dopo aver analizzato il “viaggio dell’eroe” nella crescita individuale, lo fa in chiave di costruzione del brand con “The hero and the outlaw: building extraordinary brands through the power of archetypes” (2001). Sempre del 2001 "Emotional Branding: the new paradigm for connecting brands to people" di Marc Gobé.
Su cosa si basa la costruzione archetipica dei brand? Sul fatto che ci sono narrazioni universali, che possiamo classificare in base agli archetipi junghiani, che sono tipicamente umane e “risuonano” in tutte le persone.

Gli archetipi - per darne una definizione utile e comprensibile anche a chi non si occupa di psicologia - sono modelli profondi, connaturati alla psiche umana, che rimangono validi, con il loro potere, per tutta la vita. Ci sono molti, moltissimi archetipi ma è possibile ridurre a una dozzina il numero di quelli che hanno la maggiore influenza sulle persone.

Leggi tutto

Si parla di: psicologia, marketing, archetipi, etica, marketing etico, archetypal branding, archetipo, branding archetipico, gialunca lisi, carol pearson, carl gustav jung, desideri, bisogni

Tool indispensabili per la comunicazione B2B: #2 la Grafica 3D

Pubblicato da Fabrizio Salvetti il 03/08/20 17.56

Grafica 3D: perché è il momento

Se non hai mai pensato che la grafica 3D potesse fare al caso tuo, bene, è giunta l’ora di rivedere alcune convinzioni. Cinema, tv, streaming, pubblicità, app… la tridimensionalità è ormai stabilmente parte della vita di ogni persona, anche dei tuoi clienti e se non presti attenzione al fenomeno... occhio perché i tuoi competitor stanno per farlo

Leggi tutto

Si parla di: B2B, marketing, video, computer graphics, computer graphic, animazione 3d, video 3d, 3d, video produzione

Tool indispensabili per la comunicazione B2B: #1 il CRM

Pubblicato da Fabrizio Salvetti il 03/08/20 16.40

Un viaggio in 3 tappe che ci porta dal massimo della tecnologia per i processi di Marketing Automation alla skill più morbida e più difficile da trovare -  a buoni livelli - nella comunicazione B2B.

Leggi tutto

Si parla di: crm, Marketing Automation, Customer Relationship Management, marketing, intelligenza artificiale, automation, customer centricity, data analytics

La questione dell'e-commerce nel B2B

Pubblicato da Fabrizio Salvetti il 27/05/20 18.11

Ti occupi di B2B ma pensi che nel comparto in cui opera la tua azienda non sia possibile pensare a un e-commerce? Sveglia: i tempi stanno cambiando!

Leggi tutto

Si parla di: B2B, inbound marketing, business to business, hubspot, lead generation, e-commerce b2b, e-commerce, ecommerce

Comunicazione persuasiva per ottenere il cambiamento in azienda

Pubblicato da Fabrizio Salvetti il 01/10/19 12.41

Che cosa è la persuasione

Derivante dal latino suadēre, che a sua volta affonda le radici in suavis, che significa "soave", il verbo persuadere rimanda a un significato che unisce facilità, leggerezza e fiducia. Persuadere, al contrario di quanto si possa pensare, non significa manipolare: la persuasione è una forma di interazione sociale che attraverso uno scambio di idee, tende a creare consenso (cioè un'opinione condivisa). Persuadere può essere tradotto anche con "convincere", la cui traduzione più suggestiva è con-vincere = vincere insieme; sì, perché per ottenere un cambiamento in azienda non si può imporre dall'alto un progetto, si deve proporre un'idea ed essere disposti a farla "contaminare" dal contributo di coloro che dovranno sostenerla. Solo così sarà possibile "vincere insieme".

Leggi tutto

Si parla di: B2B, comunicazione, parole, cambiamento, innovazione, comuinicazione persuasiva

Le 5 aziende B2B che comunicano al top

Pubblicato da Fabrizio Salvetti il 19/09/19 11.16

La comunicazione B2B conta davvero?

Per qualcuno la domanda è ancora aperta, per questo, in particolare in Italia, non tutte le aziende i cui servizi o prodotti sono rivolti ad altre aziende, investono quanto necessario in comunicazione.

Leggi tutto

Si parla di: B2B, comunicazione, immagine aziendale, video, advertising, adv, branding, brand, business to business

Gli strumenti della comunicazione B2B: dalla mailing list al protocollo di risposta telefonica

Pubblicato da Fabrizio Salvetti il 24/08/19 11.58

Una guida completa, indispensabile per l'ufficio marketing, dagli strumenti classici alle nuove tendenze nella comunicazione Business To Business.

Leggi tutto

Si parla di: B2B, comunicazione, Direct Email Marketing, catalogo prodotti, fiere, eventi, Marketing Automation, cambiamento, marketing, Esposizioni, strumenti marketing classici, business to business

I driver del cambiamento in azienda (post + ebook)

Pubblicato da Fabrizio Salvetti il 27/06/19 13.06

Quando un manager vuole avviare un processo di cambiamento incontra, necessariamente, resistenze interne. In alcuni casi però le resistenze sono solo lo specchio di un atteggiamento di cui proprio i manager, a loro insaputa, sono attori (o vittime).

Crisi e cambiamento: alle origini del significato

Cambiare è un verbo la cui etimologia risale ai galli, i latini erano più propensi a usare un'espressione come "mutare". Quando si cambia, si sa, si fa qualcosa di nuovo, parola anche questa latina che deriva da novus e che si ritrova in quasi tutte le lingue del bacino mediterraneo e nell'area slava dall'inglese "new" allo spagnolo "nuevo", dal francese "neuf" al ceco "nový", dal gallese "newydd" al polacco "nowy".  Le novità sono un asset centrale e condiviso da tutte le culture.

Leggi tutto

Si parla di: comunicazione, cambiamento, innovazione, resistenze al cambiamento, motivazione

Precedenti Tutti i post Successivi

Ultimi post