Si parla di: commozione

Addio a Luke Perry: fenomenologia della commozione sui social

Pubblicato da Fabrizio Salvetti il 05/03/19 17.13

Era, suo malgrado, l'icona di un machismo vecchio stile, una versione moderna de "l'uomo che non deve chiedere mai". Luke Perry, morto ieri, è stata una figura nodale nel decennio degli anni Novanta, quando da protagonista ombroso e maledetto della serie Beverly Hills 90210, ha popolato i sogni di milioni di adolescenti. Paradosso vuole che da adulto (aveva 24 anni all'epoca del telefilm)abbia interpretato un sedicenne ma che, da cinquantenne, in barba alle rughe dell'età, non abbia mai oltrepassato quella fase anagrafica, divenendo poco credibile nell'interpretazione di personaggi in sincrono con la sua età. Un destino che lo accomuna ad altri personaggi diventati popolarissimi grazie a un solo ruolo e incasellati per sempre in una zona anagrafica dell'immaginario popolare o in una tipologia fissa di personaggio. Perry adesso riposa in pace ma una generazione intera comincia ad amarlo di nuovo, con la doppia tristezza dovuta alla perdita dell'attore ma anche alla constatazione di quanto sia, irrimediabilmente, lontana l'età giovanile.

Leggi tutto

Si parla di: social network, pianto, commozione, lutto, piangere, sofferenza, morte

Precedenti Tutti i post Successivi

Ultimi post